Isis, panelle e crocché. L’offensiva gastronomica.

I vecchi stracci dell'imperatore

Diapositiva1

Palermo potrebbe essere una delle prime città italiane a ricevere la visita dei guerriglieri del Califfato. È infatti confermata la presenza militare dello Stato Islamico in Libia. Possiamo finalmente allarmare: la minaccia è a circa 250 miglia dalle coste siciliane. E ci sarà un lettore di un qualche paesino della provincia di Siracusa che in questo momento, leggendo, starà pensando che anche se si armasse e partisse adesso, nel tempo dei ritardi del pullman e poi del treno e poi dell’altro treno e poi dell’autobus, i terroristi avrebbero già raggiunto la Svizzera.

Stupore, preoccupazione, ma soprattutto una gran dose di adrenalina che da queste parti non si faceva viva dai primi anni 90. E a causa dell’aria gonfia di questi sentimenti incrociati che si respira da Mondello a Brancaccio, il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato lo stato di emergenza per il capoluogo siciliano.

Passate le prime ore di sconforto misto…

View original post 576 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...